Archivi categoria: Sequenze

Eli Herschel Wallach (New York, 7 dicembre 1915 – New York, 24 giugno 2014)

Annunci

Elogio della fuga ai tempi della globalizzazione

Sono due le cose che mi sono tornate in mente rivedendo ieri sera un capolavoro del cinema inglese come Gioventù, amore e rabbia (il cui titolo originale è The Loneliness of the Long Distance Runner) di Tony Richardson.

La prima cosa è che ci sono altri film molto belli sulla corsa come metafora di una continua e irrefrenabile fuga liberatoria dalla realtà che ci opprime e cerca di annientarci.

Mentre la seconda cosa è un libro letto parecchio tempo fa e che mi piacque molto: Elogio della fuga di Henri Laborit, da cui fu poi tratto il film (altrettanto amato) Mon Oncle d’Amerique di Alain Resnais.

Non so, credo che rileggerò il libro e rivedrò il film, non fosse altro per controllare se mi piacciono ancora. Ma penso proprio di sì. Anche perché sono convinto sia tuttora — la fuga (più o meno metaforica) dai conflitti irrisolvibili — un tema quanto mai di grande attualità.

Muore Nada Giorgi, “ragazza di Bube” nel romanzo come in vita

Nada Giorgi, la vera "ragazza di Bube"
Romanzo dallo stile scarno e limpido che racconta una storia quanto più lontana dal comune sentire contemporaneo, il capolavoro di Carlo Cassola La ragazza di Bube mi è sempre piaciuto soprattutto perché parla di coerenza. Quella coerenza con se stessi prima ancora con gli altri che non va quasi mai d’accordo con i continui “aggiustamenti” che la vita comporta.La copertina del romanzo La ragazza di Bube

Così come continua a piacermi il film tratto dal libro del maestro Luigi Comencini con l’indimenticabile, bellissima, Claudia Cardinale. Bellissima come il bianco e nero del grande Gianni Di Venanzo (uno dei rari teramani che sono sempre orgoglioso di citare…)

Chi invece quel libro proprio non le piaceva era la diretta interessata, Nada Giorgi, la “ragazza di Bube” vera a cui Cassola si sarebbe ispirato per creare uno dei personaggi femminili più belli del secolo scorso e che ieri a Firenze è morta a 85 anni. Ha lottato fino alla fine per ripristinare quella che secondo lei era l’esatta versione dei fatti realmente accaduti rispetto alla finzione letteraria. Non riuscendo cioè a capire che un romanzo non si giudica per la sua sincerità, ma dalle verità che comunque riesce a esprimere. E che il personaggio ispirato a lei, la Mara Castellucci del libro, è una bellissima persona esattamente come lo è stata lei in vita.

The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore

Vodpod videos no longer available.<br><br>Non ho mai amato i cartoni animati (al cinema, dico) né mi ispirano simpatia le pellicole premiate con l’Oscar, ma questo corto (e già partiamo bene) magari sarà un po’ lezioso però non mi sembra (ma forse dipende dall’argomento) proprio fatto male. Forse

La finestra sul cortile (breve sequenza)

Ma esiste il film perfetto? . Popolare ma allo stesso tempo raffinato, narrativamente semplice ma allo stesso tempo stilisticamente complesso, appassionante ma allo stesso tempo discretamente cerebrale: questo è (ma non solo) La finestra sul cortile.
(Qui il trailer originale e qui un’altra sequenza)

Peppino De Filippo e l’invenzione del tempo libero

Vodpod videos no longer available. Totò, Peppino e le fanatiche (1958) scritto da Ruggero Maccari, Stefano Vanzina, Furio Scarpelli, Agenore Incrocci e diretto da Mario Mattoli, con Totò, Peppino De Filippo, Aroldo Tieri e Mario Riva