Se gli editori sono i principali nemici dei lettori

Media Library On LineGli editori che piangono per la perdita sempre più inarrestabile di lettori – chissà poi perché – e non fanno altro che chiedere e pretendere aiuti pubblici sono gli stessi che poi hanno brillanti iniziative come questa segnalata dal servizio digitale delle biblioteche di Milano aderenti a Media Library On line:

AVVISO!

Vi informiamo che il Gruppo editoriale “Il Sole 24 Ore” ha deciso unilateralmente di sospendere la distribuzione dei propri contenuti online alle biblioteche italiane, finora effettuata attraverso la banca dati “Pressdisplay”. Il quotidiano “Il Sole 24 Ore” non sarà quindi più disponibile su MLOL.
Inoltre, il Gruppo Repubblica-Espresso ha deciso unilateralmente di modificare la tipologia degli abbonamenti stipulati per l’accesso alla versione digitale dei periodici da esso pubblicati, inserendo vincoli non compatibili con le esigenze e gli standard che dovrebbero caratterizzare i servizi di una biblioteca pubblica.
Abbiamo perciò deciso di sospendere l’abbonamento alla versione digitale di “Repubblica” per protestare contro la nuova politica di accesso ai contenuti on-line del gruppo. Stiamo cercando di aprire un tavolo di trattativa con gli editori nel tentativo di riattivare questi importanti servizi.

Se qualcuno non lo sapesse è bene specificare che Il Sole 24 Ore è di proprietà della Confindustria, mentre Repubblica-Espresso della famiglia De Benedetti. Stiamo insomma parlando non di due piccoli editori in difficoltà, ma della classe dirigente del nostro paese.

2 pensieri su “Se gli editori sono i principali nemici dei lettori

  1. francesco071966

    tu cosa pensi che accadrà quando per accedere a corriere.it occorrerà pagare? che nessuno leggerà corriere.it. internet e il digitale stanno nei fatti abbattendo gli acquisti dei quotidiani. io ho smesso di comprarli. giusto qualche copia in vacanza…..e potrei permettermelo più di gran lunga oggi che quando avevo meno soldi in tasca…..allora si cerca di pescare nel fondo del barile…. ma tutti i quotidiani italiani, gazzetta esclusa forse, sono in perdita

    Mi piace

    1. Segnale Orario Autore articolo

      Se lo meritano perché in questi dieci anni mentre il web ha cambiato tutto loro – editori e giornalisti – sono rimasti fermi (anche in difesa dei loro privilegi) e continuano a non voler capire che il sistema dell’informazione così come lo conoscevano non esiste più. E da anni ormai.

      Mi piace

I commenti sono chiusi.