La retorica della speranza è solo una – bella – fregatura

Beppe Fiorello

La cosa più intelligente letta in rete oggi per me l’ha detta Beppe Fiorello, uno tra l’altro che – come il fratello – non mi sta, per usare un eufemismo, per niente simpatico:

“Credo sempre nella mia personale speranza, non perché lo dice Renzi, anche se sperare è un segno di debolezza, nella speranza si annida la sconfitta, la delusione. Perdoni il pessimismo, ma le domande portano soltanto a quel tunnel. Sarebbe meglio concretizzare e fare le cose e non sperare. Io, però, spero di non sperare più”.

Qui tutta l’intervista.

Un pensiero su “La retorica della speranza è solo una – bella – fregatura

I commenti sono chiusi.