Poteva andare peggio

Il tiro di Obi del pareggio

Il tiro di Obi del pareggio

Per come si erano messe le cose un pari più che accettabile. Ora come ora l’importante è vedere che la squadra c’è e ha dato tutto in campo per cercare di cambiare registro. E, seppure a sprazzi, Mancini (voto 7 di stima) può ritenersi soddisfatto soprattutto per quanto riguarda la tenuta mentale, quando cioè, dopo una ventina di minuti tirati con il piglio da grande squadra, l’inatteso gol di Menez aveva fatto riapparire le solite paure.

A me il migliore in campo è sembrato quel Kuzmanovic (voto 7) che mai prima d’ora era riuscito a far vedere che sapesse giocare a pallone. Evidentemente più a suo agio quando deve cercare la profondità e quando la palla gira con più velocità del solito.

Mentre il peggiore mi è sembrato Kovacic (voto 5) apparso decisamente in difficoltà dovendo giocare defilato a sinistra e spesso costretto a ricevere palla con le spalle girate alla porta. Sarà compito di Mancini far proseguire la sua crescita e non è difficile immaginare che ci riuscirà.

Per me ingiudicabili Icardi e Dodò. Il primo perché potrà fare pure carrettate di gol e diventare pure più forte di Ronaldo, ma non sarà mai il mio centravanti. Troppo stupido (soltanto i razzisti possono pensare che Balotelli sia peggiore di lui) e eccessivamente frivolo e lezioso per essere preso in minima considerazione. Se poi sbaglia il gol che ha sbagliato, buonanotte. D’accordo, poi scheggia l’incrocio con una girata che se il pallone fosse entrato avrebbe fatto crollare la curva. Ma per diventare dei veri fenomeni bisogna avere anche altre qualità che lui non avrà mai. Per quanto riguarda Dodò ormai è come sparare sulla Croce Rossa, non tanto per la ferita che gli ha causato Muntari in una vera e propria aggressione, ma perché riconoscergli tre se non addirittura quattro chiusure difensive riuscite in tutta la partita (e forse è il suo record) spiega già tutto. Dodò era patetico con Mazzarri e continua ad esserlo con Mancini. Per non parlare poi dei suoi ormai famigerati cross che sono più che altro delle morbide e leggiadre palombelle per il portiere. Pensavo che con Mancini finisse in panchina e continuo a non capire.

Giudizi contrastanti per Palacio (voto 6 d’incoraggiamento) Guarin (voto 6 di prospettiva) e Obi (voto 6 ma perché ha fatto gol). Un primo tempo insolitamente tonico di Palacio aveva quasi fatto gridare al miracolo. Nella ripresa però è tornato ad essere il cavallo bolso e parecchio stordito di questi ultimi tempi. Tanto impegno, tanto spirito di sacrificio, ma poca qualità. Troppo poca. Un buon approccio anche quello avuto da Guarin, anche se alla distanza è venuta a mancare ancora una volta la continuità. Però Mancini sembra credere in lui e potrebbe crescere, visto che ha le qualità per farlo. Mentre Obi ha il merito di aver segnato nel derby e di aver fatto un gol pesantissimo (vero, Mancini?) che evita nuovi possibili psicodrammi. Per il resto ha sofferto molto il ruolo di tappabuchi a tutto campo tutta corsa e poca lucidità.

Complessivamente insufficiente la retroguardia, troppi svarioni sulle rare ripartenze di Mediaset, di cui almeno un paio di volte davvero inaccettabili. Se prima era colpa della difesa a tre ora è di quella a quattro? Mah…

Evanescenti le comparsate di Hernanes (in certi frangenti dove servirebbe quella frazione di secondo in più per fare la differenza sembra proprio non avere il fisico) e di Osvaldo, forse messo dentro troppo tardi perché potesse fare qualcosa. Pura presenza quella di un M’Vila che credo però potrebbe avere più spazio in futuro.

12 pensieri su “Poteva andare peggio

  1. nino44

    ecco, bravi, giusto per ricreare l’atmosfera migliore…
    ipotechiamo il futuro con questo ottimismo…Tohir disgrazia, Mancini se ne va…
    sarà pure così, ma un eccchecccazzo ci sta bene!!!

    p.s.
    segnale…potevamo anche andare meglio, a dire il vero

    Mi piace

    1. Segnale Orario Autore articolo

      Nino, guarda che sono abbastanza ottimista per il semplice motivo che Mancini è, prima ancora che come allenatore, una persona molto positiva – e assai concreta – e nonostante Thohir guardo perciò al futuro dell’Inter con una certa serenità.

      Se poi Thohir dovesse costringerlo ad andare via vorrà dire che se ne assumerà tutta la responsabilità. Così non sarò più da solo a dire che è una disgrazia.

      Poteva andare meglio sì, se solo Icardi fosse meno inaffidabile e inconsistente di quello che purtroppo è. Inaffidabile perfino più di Balotelli. Anzi. Rispetto a Icardi almeno Balotelli quei gol lì quando era all’Inter li faceva.

      Mi piace

    1. Segnale Orario Autore articolo

      Perché sono abituato male. Anche i più grandi centravanti sbagliano gol già fatti, però se succedeva, per esempio, a uno come Cruz, per me era più facile accettarlo. Al di là del fatto che le bandiere non esistono più e ci sono solo professionisti di passaggio, a me Icardi dà l’impressione di essere più di passaggio di tutti gli altri.

      Mi piace

      1. gigidibiagio

        Cruz a 21 anni che faceva di bello? Di sicuro non il titolare in serie A, probabilmente non lo era nemmeno in argentina (al Banfield per giunta, manco al River)
        Un po’ di equilibrio ogni tanto

        Mi piace

      2. Segnale Orario Autore articolo

        Ma io mica dico che Icardi non sia un grande attaccante. Anzi. Solo che penso – opinione personalissima e discutibile – che stia all’Inter con la stessa presunzione e stupidità che aveva Balotelli.

        Mi piace

  2. voici56

    27/5/1964 Aurelio Milani segna il gol del 2 a 0 al real ed entra da protagonista nella leggenda della grande Inter.

    R.I.P.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.