A San Siro una Samp con una media da Champions

L'ex viceallenatore dell'Inter Mihajlovic si presenta a San Siro con una Samp ancora imbattuta

L’ex viceallenatore dell’Inter Mihajlovic si presenta a San Siro con una Samp in grande forma

Contro l’imbattuta Samp non è per niente facile

La Samp è esattamente il tipo di avversario che in questo momento non precisamente facile non ci voleva proprio. Imbattuta, è una delle squadre più in forma. Con un allenatore assai motivato. La Samp assomiglia a Mihajlovic: tosta e compatta, non molla mai. E atleticamente sembra essere messa meglio dell’Inter. Corrono tutti parecchio, nessuno tira indietro la gamba.

Importante gestire la pressione e, se possibile, avere un buon approccio

Il rischio è che l’Inter possa perdere la partita prima ancora di giocare. Sarà importante saper gestire la pressione di San Siro, sapendo che ormai la delusione dei tifosi è tale che non sono più disposti a perdonare niente. Sarà fondamentale non sbagliare approccio, cosa ovviamente più facile a dirsi che a farsi, dato che in campo ci sono anche gli avversari.

Occhio sulle fasce e alle ripartenze di Soriano e Obiang

Oltre ai soliti limiti di copertura sulle fasce, Mazzarri avrà il problema di non concedere troppi spazi soprattutto a giocatori come Soriano e Obiang, capaci di veloci ribaltamenti di fronte. Così come serviranno lucidità e freddezza sotto porta. Con 4 gol subiti la Samp è insieme con la Roma (inchiodata a Marassi sullo 0-0) la seconda miglior difesa del campionato.

La formazione

Gli infortuni lasciano poco spazio a possibili novità. L’emergenza sulle fasce rimane il punto debole. Anche se è proprio dai piedi di Dodò e Obi (finora inaffidabili nella fase difensiva) che potrebbero arrivare quei cross capaci di innescare azioni pericolose. Dopo il turno di riposo Vidic dovrebbe rientrare al centro della difesa.

Handanovic – Ranocchia, Vidic, Juan Jesus – Obi, Hernanes, Medel, Kovacic, Dodò – Palacio, Icardi

Il pronostico

Vincere sarebbe ovviamente il massimo e forse anche… un mezzo miracolo. Rappresenterebbe una svolta. In un momento come l’attuale sarebbe però già positivo fare almeno risultato. E, considerato lo stato di forma degli avversari, tutto sommato anche un mediocre 0-0 forse non sarebbe del tutto da disprezzare.

2 pensieri su “A San Siro una Samp con una media da Champions

  1. wwayne

    A Gennaio urge comprare un difensore: Vidic ha deluso, e a rimpiazzarlo non possono essere Campagnaro o Andreolli.
    Ovviamente ci vuole anche un attaccante: perfino il Sassuolo ne ha 6, possibile che l’Inter ne abbia solo 3?

    Mi piace

  2. wwayne

    P.S.: Ovviamente sono convinto che Thohir non comprerà né l’uno né l’altro. Posso già anticiparvi la sostanza delle sue dichiarazioni: “In difesa siamo a posto così: Vidic sta avendo dei problemi di adattamento, è vero, ma è assurdo discutere un top player che ha vinto tutto con il Manchester United.
    Per quanto riguarda l’attacco, possiamo sempre avanzare Kovacic o Hernanes, oppure, confermando la nostra politica di puntare sui giovani, dare una chance ai top player del futuro, Bonazzoli e Puscas…”

    Mi piace

I commenti sono chiusi.