Perché la persona più seria di tutto il Pd è Renzi

Il premier Matteo Renzi insieme con Walter Veltroni

Il premier Matteo Renzi insieme con Walter Veltroni

Difficile negare che, a differenza di tutti gli altri leader, dirigenti o capicorrente che dir si voglia del Pd, soltanto Matteo Renzi faccia esattamente quello che dice. E da sempre. Come non trovare allora decisamente singolare che ora qualcuno si possa sentire tradito dalle sue idee quando negli ultimi anni non ha fatto altro – dalle Leopolde alle interviste con Barbara D’Urso – che renderle di dominio pubblico 24 ore su 24? O forse qualcuno pensava che scherzasse? Renzi non è di sinistra? E allora? Quando mai ha detto di esserlo? Forse lo si confonde con Pippo Civati, lui sì che dice di essere ancora di sinistra (anche se sta nel Pd). La verità, semplicemente, è una sola e cioè: piaccia o no Renzi è la persona più seria di tutto il Pd.

Non altrettanto lo si può dire invece di tutti quegli ex comunisti che ci volevano far credere che per il bene della sinistra fosse assolutamente necessario far nascere un partito non più di sinistra, o meglio non solo di sinistra, come appunto è il Pd.  E pensare che io ero tra quel milione (circa) di manifestanti che nel 2002 a piazza San Giovanni rispose all’appello lanciato da Nanni Moretti di cambiare la sinistra. Com’è che diceva? Ah, sì: “Con questi dirigenti non vinceremo mai”. Effettivamente, il partito è stato poi cambiato – e pure radicalmente – da lì a pochi anni. Ma non esattamente come pensavamo noi che eravamo lì in piazza. Anzi, alla luce dei fatti, è andata esattamente al contrario di quello che ci si era riproposto di fare quel giorno.

“Non perdiamoci di vista” ci gridò dal palco Moretti. E infatti come sabato scorso per molti anni ancora siamo tornati a piazza San Giovanni. Solo che Moretti invece no, non c’era più. Chissà dov’è finito, chissà dove sono adesso lui e tutti gli altri che ci spiegavano quanto fosse importante cambiare la sinistra. Dopo tanto tempo, però, non posso fare a meno di chiedermi: “Ma Moretti, almeno lui, era al corrente che ci stessero prendendo per il culo? Lo sapeva ma poi si è scordato di dircelo? E conosceva, Moretti, le reali intenzioni del suo grande amico Veltroni quando parlava del nuovo partito che sarebbe nato da lì a poco oppure no? O forse era estraneo ai fatti e a se stesso? E lo è tuttora? E magari adesso pure lui si stupisce di Renzi?

Annunci

Un pensiero su “Perché la persona più seria di tutto il Pd è Renzi

  1. francesco

    non sono d’accordo. innanzi tutto perchè Renzi DICE di essere di sinistra, e lo ha detto alla leopolda proprio quest’ultimo weekend. inoltre perchè di coerenza nella sua linea (linea ????) politica ne vedo poca, visto che cambia idea a seconda delle convenenze (uno per tutti, il giudizio su Marchionne). che poi la vecchia guardia sia poco difendibile, sono d’accordo. però di questa vecchia guardia distinguiamo la merda (D’Alema) da chi sbaglia a volte in parziale buona fede (Fassina, Civati). non voglio giustificarli a prescindere, anzi. ma non sono la stessa cosa

    Mi piace

I commenti sono chiusi.