Ma quanta brutta gente c’è nel Pd?

Renzi premier e segretario del Pd

Lo stile Renzi, premier e segretario del Pd

Non mi ero mai accorto, finora, di quanta brutta gente Renzi abbia messo a dirigere il Pd. Ma brutta veramente. Ora che ci ho fatto caso, alcuni di essi mi fanno tornare in mente certe figure a volte quasi grottesche della peggiore Dc, con l’unica differenza che all’epoca erano per lo più tutti vecchi e trascurati, mentre quelli di oggi sono invece molto più giovani e maniacalmente attenti alle forme. O meglio: cafoni, cafonissimi, ma formalmente impeccabili.

L’immagine per loro è tutto, la comunicazione (soprattutto televisiva) l’unico vero banco di prova. Promesse e chiacchiere, chiacchiere e distintivo. E dire che all’apparenza sembrano quasi degli innocui seminaristi o delle soavi crocerossine se non fosse per i loro occhi che di tanto in tanto nei primi piani televisivi svelano involontariamente tutta l’ansia di potere che li divora e non li fa più dormire la notte.

Vogliono tutto e subito, vogliono arraffare ogni cosa possibile e, come hanno già detto fin dall’inizio, non hanno nessuna intenzione di fare prigionieri. Al loro confronto D’Alema o Berlusconi erano dei signori. E chissà per quanto tempo rimarranno al loro posto, visto il velleitarismo della sinistra che vorrebbe ma non può e l’opposizione rumorosa quanto impotente di Grillo, fatta anche questa soltanto di chiacchiere, però gridate.

5 pensieri su “Ma quanta brutta gente c’è nel Pd?

I commenti sono chiusi.