Non c’è niente da fare: è la solita mediocre Inter di Mazzarri

Come la scorsa stagione: stessi difetti, stessi limiti. Stessi risultati. Una squadra che ormai più che suscitare rabbia e frustrazione mette soprattutto una tristezza infinita, quella cioè di vedere l’Inter ridotta a una squadretta costretta a dare tutto e di più per riuscire a strappare un misero punticino a una squadraccia come il Palermo.

Sicuramente più equilibrata con gli innesti di Vidic in difesa, Medel a centrocampo e Osvaldo in attacco, l’Inter di Mazzarri ce la mette ogni volta tutta per cercare di uscire dalla mediocrità, ma non ci riesce mai.

Ed è sempre la solita storia. Manovra sempre troppo lenta e comunque confusa. Gioco sempre troppo scontato e prevedibile con esecutori spesso e volentieri poco convinti. Allenatore mediocre, troppi giocatori che non rendono come dovrebbero e potrebbero. Con per di più i soliti errori arbitrali che tanto per cambiare rendono ancora più tetra la situazione. Insomma, non se ne esce.

Dopo appena tre partite l’Inter sembra già condannata allo stesso identico copione. Una partita magari la gioca benino e le altre due fa decisamente pena (come stasera). In ogni caso mai e poi mai l’Inter di Mazzarri riesce a dare la sensazione di poter crescere e acquisire una sufficiente tenuta da grande squadra.

2 pensieri su “Non c’è niente da fare: è la solita mediocre Inter di Mazzarri

  1. voici

    Ma dai! Siamo così forti che per subire un gol ce lo dobbiamo fare noi.

    Seriamente: forse la migliore Inter della stagione. Pensa te.
    E comunque si può arrivare nei tre perché è vero che siamo mediocri ma lo è anche il contesto.

    Mi piace

  2. sergio

    Assolutamente d’accordo con te. Ho scritto le stesse cose da Rudi, ma pare che tutti abbiano visto una partita diversa.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.