Anno zero, parte seconda?

Quando Thohir prometteva acquisti

Le promesse di Thohir in un’intervista alla Gazzetta di due mesi fa

A due settimane dalla fine del campionato nulla di nuovo sul fronte del (tanto atteso) calciomercato. Quest’inverno Thohir aveva garantito che i rinforzi li avrebbe presi adesso. Finora però si sente parlare solo di possibili rientri di alcuni Primavera o, al massimo, dell’ipotetico (assai ipotetico) arrivo di seconde o terze scelte se non proprio di risulta. Anche perché non è per niente facile trovare società disposte a regalare giocatori.

A quanto pare, non ci sono soldi sufficienti nemmeno per prendere gli scarti. La situazione continua ad essere insomma abbastanza desolante, anche perché il ritornello è sempre quello: l’unica strada è quella dell’autofinanziamento. Servirebbe allora uno proprio bravo, un uomo mercato di quelli capaci di vendere bene i giocatori in uscita e di saper scegliere allo stesso tempo quei tre o quattro rinforzi giusti che servirebbero. Uno che non c’è.

Ma più delle questioni tecniche è soprattutto l’aspetto commerciale a interessare Thohir, preoccupato com’è di rafforzare il settore marketing con l’ingaggio di una nuova direttrice. Mentre i media ritirano fuori — quasi a comando — l’interessamento della Fiat (un’ossessione) per Guarin. Scambio stavolta perfino comprensivo di conguaglio (c’è la mancia, insomma) anche perché invece di Vucinic ora Marotta ha bisogno di liberarsi di Isla.

2 pensieri su “Anno zero, parte seconda?

I commenti sono chiusi.