Se l’Inter del derby è un mistero pure per l’aziendalista Monti

Devo dire la verità: il comportamento dell’Inter nel derby è stato talmente inspiegabile (soprattutto nella ripresa) da far venire in mente perfino i peggiori cattivi pensieri, quelli cioè da far quasi presupporre che si siano venduti la partita. Cosa certamente da escludere — a scanso di equivoci si tratta chiaramente di uno (s)ragionamento da tifoso con la mente ancora offuscata da rabbia e frustrazione del momento — non fosse altro perché nel qual caso avessero combinato la partita avrebbero sicuramente recitato meglio, nel senso che per rendere più credibile la cosa almeno qualche tiro in porta (anche solo per far vedere un po’ d’impegno in campo) l’avrebbero pur fatto. Niente di tutto questo, però.

Fatto sta che l’atteggiamento eccessivamente rinunciatario rimane un mistero. E lo è, evidentemente, non solo per noi tifosi. A dimostrazione di ciò anche la ferocia (fin quasi al limite della diffamazione) con cui sul Corriere della sera oggi Fabio Monti (uno dei giornalisti di solito più vicini alla società) commenta quanto accaduto domenica sera a San Siro: Il disastro del derby rischia di travolgere l’Inter e Mazzarri. Che attacca così:

Siccome l’Inter non è più una cosa seria, è inutile affrontare il disastro del derby con la solennità che meriterebbe un’occasione del genere. Anche perché le sorprese non finiscono mai. Ad esempio, è stato sorprendente scoprire che ieri mattina, in una giornata da gita sul lago, la squadra abbia svolto un allenamento defaticante: come se domenica sera i giocatori avessero fatto fatica a giocare e a perdere in quel modo il derby n. 283. Un giorno e mezzo dopo, non si è ancora capito contro chi l’Inter abbia giocato la 36ª partita di questo campionato che è diventato una specie di angosciosa marcia di avvicinamento al 18 maggio: se contro Thohir, contro Mazzarri, contro se stessa. L’unica cosa sicura è che non ha giocato contro il Milan.

Monti ferocemente critico sul comportamento dell'Inter nel derby

+ clicca per ingrandire

4 pensieri su “Se l’Inter del derby è un mistero pure per l’aziendalista Monti

  1. francesco

    l’ho scritto da Rudi, ma nessunio mi ha cagato. qui a Milano girano voci che abbiano giocato a perdere, ma nel senso più brutto del termine

    Mi piace

      1. francesco

        ma saranno voci. d’altro canto anche te hai detto che è stata talmente scandalosa la nostra prova….. comunque nella nord, in curva , era presente un vecchio capo delle brigate rossonere…..

        Mi piace

  2. dopu

    Personalmente non credo nell’ammutinamento dei giocatori.

    A me è sembrato di vedere una squadra bloccata da dettami tattici, molto bassa e chiusa, come spesso in questo torneo, timorosa al di là della realtà dell’avversario.
    Rispetto ad altre partite mi pare sia mancata la forza di ripartire ma d’altronde già in altre occasioni si sono manifestati questi limiti.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.