Perché la dea Eupalla sa

L'arbitro espelle Rodrigo e Pirlo si frega le mani come se sentisse immediatamente aria di Serie A

L’arbitro espelle Perez e lo sportivissimo Pirlo si frega le mani come se sentisse immediatamente aria di Serie A

A volte il calcio conosce una giustizia che nessun arbitro corrotto potrà mai fermare. Sarà per questo che quando gioca in Europa quella che può essere definita di diritto la squadra più antisportiva del mondo rimedia memorabili umiliazioni. Questo Primo Maggio ora sarà ricordato come una grande giornata di sport.

Stasera la Fiat che in Serie A praticamente non ha avversari è riuscita a farsi eliminare pure in Europa League (dopo esse stata buttata fuori dalla Champions nella fase a gironi) da una squadra di un campionato minore come quello portoghese, un normalissimo Benfica che a un certo punto è rimasto addirittura in nove.

La Fiat così osannata dai media non è riuscita a segnare il golletto che serviva e quello che è peggio facendo la figura di una squadretta modesta e soprattutto triste. Una tristezza da fare pena. Perché a volte la dea Eupalla, che sa e non dimentica mai tutti i torti subiti, non ha pietà di chi appena può offende il calcio.

Annunci

4 pensieri su “Perché la dea Eupalla sa

  1. P37

    non si capisce come questi cialtroni (ps.sembrava di vedere la nazionale nelle sue partite più tristi con 8/11 bianconeri) possano fare 100 punti in campionato.

    Mi piace

    1. segnaleorario Autore articolo

      Il livello della Serie A si è abbassato tantissimo. Quando incontrano squadre appena normali anche i Vidal o i Pogba così tanto osannati non danno più l’impressione di essere quei fenomeni che sembrano giocando tipo contro il Sassuolo.

      Liked by 1 persona

  2. alebianchi73

    per non parlare del fatto che in italia, 2 volte su 3, giocano contro squadre piegate a 90°

    Mi piace

I commenti sono chiusi.