Per Icardi e, soprattutto, Kovacic: vietato sbagliare

Mateo Kovacic

La “raccolta dati” di Mazzarri per scegliere l’Inter futura

Se per Mazzarri Inter-Napoli è un’ennesima “raccolta dati” per capire chi potrà far parte del gruppo futuro, per Benitez è un test per scegliere gli undici che giocheranno la finale di Coppa Italia. Cosa non si fa (e non si dice) pur di inventarsi delle motivazioni. Del resto, sarà pur vero che a differenza del Napoli che non ha più niente da dire in questo campionato l’Inter è pur sempre in corsa per l’Europa League ma, insomma, siamo proprio ai titoli di coda di una stagione sicuramente deludente rispetto alle rispettive ambizioni di partenza.

Occasione da non fallire per Icardi e, soprattutto, Kovacic

Per la gioia dei cosiddetti esperti di mercato Thohir continua intanto a darci sotto con le chiacchiere alimentando senza sosta voci su voci di acquisti mirabolanti quanto improbabili. Di positivo ci sarebbe la conferma di Kovacic e Icardi (oddio, su quest’ultimo continuo ad avere grosse riserve dal punto di vista comportamentale, anche se tecnicamente non si discute) che sarebbero così già dei punti fermi su cui avviare finalmente questa benedetta ricostruzione di cui si parla da anni e non viene mai attuata sul serio. Inter-Napoli è allora un’occasione, soprattutto per il croato, da non fallire. Una partita importante in cui poter confermare quanto di buono fatto ultimamente.

Fare risultato per disputare il derby con un largo vantaggio

L’edificante sconfitta di Mediaset a Roma (con Balotelli che intervistato dà il meglio di se stesso rispondendo che gli opinionisti Sky non capiscono niente di calcio, cosa che a esclusione dell’ottimo Boban non è del tutto sbagliata) allontana ogni ipotesi di sorpasso. E, anzi, se l’Inter riuscisse a fare risultato col Napoli il distacco sarebbe tale da poter affrontare il derby psicologicamente avvantaggiati. Anche in considerazione dello stato confusionale in cui versano Seedorf, Galliani e Barbara, a tratti perfino più evidente di quello di Balotelli.

La formazione

Infortuni e squalifiche hanno finalmente spianato la strada ad Andreolli che, meglio tardi che mai, potrà giocare la sua prima partita dall’inizio. Per il resto è più che scontata la riconferma dei titolari con l’unico ballottaggio (ma non è detto) tra D’Ambrosio e il recuperato Jonathan.

Handanovic – Campagnaro, Ranocchia, Andreolli – D’Ambrosio, Hernanes, Cambiasso, Kovacic, Nagatomo – Palacio, Icardi

Il pronostico

Come tutte le partite di cartello rimaste tali solo sulla carta potrebbero avere – con l’arrivo destabilizzante della primavera e la stagione ormai al termine – esiti imprevedibili, a volte pure con molti gol. Propenderei prudentemente per un utilitaristico e tutto sommato indolore pari, anche se la partita è apertissima e possono benissimo vincere entrambi. Diciamo allora 1-1 (segna Icardi) o, dovesse magari girare tutto per il verso giusto, un bel 2-1 con gol di Icardi e Palacio.

Annunci