Anche gli sfortunati Rocchi e Preti nello spareggio al Tardini

Il guardalinee più sfortunato del mondo Fabiano Preti oggi di scena al Tardini insieme con l'arbitro più sfortunato del mondo Rocchi

Il guardalinee più sfortunato del mondo Fabiano Preti oggi di scena al Tardini

Spareggio (decisamente triste) per la coppetta di consolazione

Al Tardini per giocarsi, vedi un po’ tu, l’Europa League. Questo è quanto ed è abbastanza triste. Rimangono le belle parole e le tante promesse (per ora solo tali) di Thohir che da mesi ci racconta di voler progettare un’Inter nuovamente competitiva. Ma comunque la vogliamo mettere alla prova dei fatti pure questa stagione è stata una vera schifezza. Dopo un avvio promettente, alle prime difficoltà la squadra si è irrimediabilmente smarrita. Era già successo del resto anche la scorsa stagione con Stramaccioni. E come Stramaccioni anche Mazzarri non si è dimostrato capace di porre rimedio alla precaria tenuta mentale che è un po’ il limite più evidente emerso fin qui.

L’incognita Cassano che potrebbe prendersi una rivincita con Mazzarri

Al di là della posta in palio non sarà di certo una passeggiata. La trasferta, anzi, è di quelle difficili. Vuoi perché è da tre anni che al Tardini l’Inter perde sempre. E poi perché c’è il rischio che l’interista Cassano possa voler fare un dispetto a Mazzarri che appena arrivato all’Inter, evidentemente memore di quando l’aveva allenato alla Samp, l’ha mandato subito via. Speriamo di no. A voler poi guardare le cose in positivo ci si può benissimo appigliare alla predisposizione di giocare meglio in trasferta, contro squadre che attaccano e concedono spazi. E a dirla tutta anche il divario tecnico è abbastanza evidente. Certo, se poi pure una squadretta di provincia come il Parma riesce a far paura…

Arbitra Rocchi e assiste Preti che più sfortunati di loro due proprio non si può

Di sicuro la designazione di Rocchi (uno dei peggiori arbitri del calcio moderno o, a seconda dei punti di vista, uno dei più sfortunati che si siano mai visti su un campo di calcio) non può non far venire in mente cattivi pensieri. Tra l’altro, leggo che uno dei guardalinee è un certo Preti e quindi deve essere proprio quel Fabiano Preti la cui notoria sfortuna invece di danneggiarlo sembra proprio agevolarlo visto che continua ad arbitrare nonostante tutte le gare sfortunatamente falsate. Ragion per cui, visti i precedenti esageratamente sfortunati di Rocchi e del suo fido guardalinee Preti le possibilità che questi due poveretti possano sfortunatamente commettere errori capaci di condizionare la partita sono per forza altissime.

La formazione

Purtroppo giocherà Campagnaro. Scelta obbligata a causa della squalifica di Ranocchia. Per il resto Mazzarri si affiderà presumibilmente agli stessi di Marassi. Kovacic dovrebbe avere così un’altra occasione per fare bene, soprattutto se come è successo a Marassi sia Cambiasso che Hernanes gli concederanno gli spazi di cui ha bisogno per dirigere la manovra come lui sa e può fare.

Handanovic – Campagnaro, Samuel, Rolando – D’Ambrosio, Hernanes, Cambiasso, Kovacic, Nagatomo – Palacio, Icardi

Il pronostico

Un pari andrebbe bene, in fondo, a entrambi: sia all’Inter che manterrebbe inalterato il vantaggio di due punti e sia al Parma che comunque non uscirebbe imbattuto dal confronto diretto e rimarrebbe in ogni caso in corsa. Diciamo 1-1 con gol di Cassano e Palacio.

Annunci