Se non è possibile prendere tre o quattro campioni è meglio allora l’Inter dei giovani a costo zero

Per tornare ad essere competitiva l’Inter ha assolutamente bisogno di tre o quattro campioni (uno in difesa, possibilmente due a centrocampo e uno in attacco) e su questo credo ci siano pochi dubbi. Se non sarà proprio possibile prenderli, allora Thohir farebbe bene (per la salvaguardia del nostro e del suo sistema nervoso) a non commettere gli stessi errori di Moratti e cioè affidarsi ancora una volta ai soliti ripieghi. A seconde se non terze scelte che spesso e volentieri la differenza la fanno sì ma in negativo. Sarebbe insomma ora di finirla, una volta per tutte, con i mezzi giocatori alla Alvarez. Le mezze figure, le promesse mancate, gli inaffidabili. Per favore, basta. E basta con giocatori impresentabili alla, per dire, Schelotto. Basta pure con gli ex campioni ormai a fine carriera. Basta, insomma, con giocatori non all’altezza. Piuttosto, in mancanza di campioni, sarebbe allora molto meglio allestire una squadra di giovani (ma tutti ovviamente di grande talento) praticamente a costo zero. L’Inter ha così tanti giovani di valore che bastano e avanzano per fare una squadra più che competitiva, tra l’altro pure in grado di giocare con qualsiasi modulo.

Modulo 4-2-3-1:

4-2-3-1

4-4-2:

4-4-2

3-5-2:

3-5-2

Certo, una squadra così Mazzarri non l’allenerebbe mai. Correrebbe troppo per i suoi gusti. Ma forse per Thohir potrebbe essere anche arrivata l’occasione giusta per dare la prima vera svolta alla sua gestione. E cioè, è notizia di ieri sera (la fonte è Di Marzio su Sky) Mihajlovic potrebbe anche non accettare la riconferma alla Samp. Inutile dire che sarebbe un’opportunità (per Thohir come per lo stesso Mihajlovic) da non farsi scappare nella maniera più assoluta. C’è forse una migliore scelta (al pari di Simeone) per rimettere finalmente in panchina uno con la personalità di Mancini o Mourinho? Per quanto mi riguarda lo pensavo fin dalle sue prime esperienze (incerte a dire la verità) da allenatore, figurarsi adesso dopo quello che è riuscito a fare in pochi mesi a Genova. Se Thohir vuole cominciare a fare sul serio è allora giunto il momento di fare delle scelte coraggiose. E farle senza farsi prendere dalla paura di sbagliare. A cominciare dalla panchina.

Mihajlovic con Zanetti

Annunci

11 pensieri su “Se non è possibile prendere tre o quattro campioni è meglio allora l’Inter dei giovani a costo zero

    1. SpagnoloNerazzurro

      Vidic é Hernanes sono nostri. Io voglio Vidic per RFano è Rolando per Juan Jesus da titolari. Mi piace la idea di Guarín é Álvarez via!. Da allenatore Laudrup o Mihailovic mi piacerebbe molto gli due.
      Auguri della Spagna!

      Mi piace

  1. alexdoc

    Simeone è il sogno proibito e impossibile. Io l’avrei preso dopo l’insperata e impossibile salvezza con il Catania alcuni anni fa, adesso chi glielo fa fare di mollare il certo (una forte squadra come l’Atletico Madrid) per l’incerto (l’Inter attuale)? Come allenatore è molto superiore a Sinisa, che però se fosse arrivato nel 2010 o 2011 con la squadra di allora secondo me avrebbe fatto meglio di chi c’era.

    Mi piace

  2. calci0mercat0

    Io ho dei dubbi su Miha. Ha sempre fatto bene quando è subentrato a stagione in corso, quando la situazione era brutta e c’era da invertire la rotta. E’ uno da calci in culo, un raddrizzatore. Nel momento in cui gli hanno affidato un progetto, un piano da inizio anno, ha fallito (Firenze). E’ un allenatore istintivo, non un programmatore.

    Per quanto riguarda i giovani sono d’accordo in linea di principio, ma faccio notare che Bardi-Mbaye-Duncan-Benassi sono la spina dorsale di una squadra che è terzultima…insomma, lanciandoli in blocco credo che il rischio di finire sotto al decimo posto sia grosso. Siamo disposti ad accettarlo? Siamo disposti, noi tifosi, a non fischiare mai questi ragazzi?

    Mi piace

  3. alexdoc

    Ecco, l’ho pensato anch’io ma mi sono dimenticato di scriverlo: quella di Biabiany terzino destro non l’ho proprio capita.

    Mi piace

  4. segnaleorario Autore articolo

    Sì, dovrebbe essere metà del Parma e metà della Sampdoria. Però mi pare di aver letto che sarebbe pronto a tornare. Dipendesse da me uno che corre come lui lo riprenderei subito. Rispetto a Guarin, poi, è un vero goleador.

    Mi piace

  5. voici

    È una base di ottime prospettive se supportata da quattro over trenta di qualità. Vidic ed Hernanes sono un buon inizio. Ne mancano due e tutti i nomi che leggo sono degli up grade. Tutti.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.