Mazzarri e il richiamo delle sirene argentine

Walter Mazzarri

Trasferta resa ancora più difficile dal ribollir dello spogliatoio

Insomma, Hernanes si regge oppure no in piedi? O sono bastati appena due o tre allenamenti seri per mandarlo subito in crisi? Boh. E Cambiasso? Siamo sicuri che sia già abile dopo il breve recupero dall’infortunio? Di solito ci mette un bel po’ prima di riprendersi. Mah. Perché poi il Capitano ancora non ha smentito (se l’ha fatto non se n’è accorto nessuno) i rumors che lo darebbero pronto a chiudere la carriera da un’altra parte se solo Mazzarri si azzarda a lasciarlo ancora in panchina? Servono necessari chiarimenti. E che fine ha fatto Icardi? Si allena oppure no? E se si allena perché non gioca mai, anche solo per una decina di minuti? Insomma, la vigilia di una trasferta già di per sè proibitiva come Firenze non è propriamente all’insegna della tranquillità.

A Firenze con l’amichevole dell’Argentina alle porte

A meno di miracoli è abbastanza difficile immaginare che l’Inter attuale possa uscire imbattuta dal Franchi. Non per questo però Mazzarri può permettersi il lusso di non tenere sempre alta l’attenzione, né tantomeno può rimangiarsi certe scelte fatte la settimana scorsa, pena la sua ulteriore perdita di credibilità. Insomma, inutile girarci intorno: la nazionale argentina incombe e Campagnaro chiederà di riavere il posto da titolare nonostante — attualmente — non lo meriti. Escluso che il sacrificato possa essere Samuel (il migliore contro il Sassuolo) a quel punto dovrebbe fargli posto uno tra Rolando e Juan Jesus. Riuscirà Mazzarri a far rispettare le nuove gerarchie emerse in campo? Vedremo. Stesso discorso potrebbe valere anche per il convalescente Cambiasso il cui rientro non sarebbe certamente auspicabile proprio in una partita così difficile e dove, tra l’altro, bisognerà soprattutto correre parecchio. Non è che sta anticipando i tempi in funzione della prossima amichevole dell’Argentina? In quel caso sarebbe proprio una pessima idea.

D’Ambrosio e Icardi non possono più aspettare

Visto il precario stato di forma dei due esterni titolari, per Mazzarri sarà ancora possibile evitare di schierare fin dall’inizio D’Ambrosio? Nel qual caso sarebbe sempre più imbarazzante come situazione, considerato come Mazzarri l’abbia fortemente voluto all’Inter. Se poi dovesse venire fuori come giustificazione qualcosa tipo che non ha ancora assimilato bene gli schemi, bè allora la situazione da imbarazzante diventerebbe ridicola. Se è per quello Jonatahan (soprattutto ultimamente che fa molta fatica a correre) non avrebbe dovuto giocare mai. Un altro oggetto misterioso che per Mazzarri sarà sempre più difficile considerare tale è poi Icardi. A tal proposito Thohir è stato abbastanza chiaro sulla necessità che venga prima o poi in qualche maniera utilizzato. Non fosse altro perché Palacio e Milito ultimamente la porta non la vedono proprio e, in ogni caso, Icardi dovrebbe avere più spazio anche solo in chiave mercato. È stato un investimento notevole e finora si è solo svalutato. Se Mazzarri insiste ad accampare tutte le scuse del mondo per evitare di impiegarlo (anche solo a mezzo servizio) sarebbe un fallimento definitivo. Non solo tecnico, ma pure economico.

La formazione

Preferisco ipotizzare che Mazzarri non si faccia sfuggire la situazione di mano e non sia costretto a schierare dall’inizio sia Campagnaro che Cambiasso. Anche perché in quel caso, al di là delle ripercussioni di spogliatoio, più che un azzardo sarebbe una disfatta annunciata. Mi immagino allora che Mazzarri abbia il coraggio di fare le scelte più serie, a cominciare da D’Ambrosio al posto di Jonathan. E Icardi se non titolare almeno come primo cambio.

Handanovic – Rolando, Samuel, Juan Jesus – D’Ambrosio, Guarin, Kuzmanovic, Hernanes (Taider) Nagatomo – Palacio, Milito (Icardi)

Il pronostico

Considerate le attuali difficoltà e il valore dell’avversario, anche una sconfitta (ma di misura e tenendo il campo dignitosamente) non sarebbe tutto sommato così disonorevole. Certo, strappare un pari sarebbe già un grande risultato.

Annunci

2 pensieri su “Mazzarri e il richiamo delle sirene argentine

I commenti sono chiusi.