Mazzarri allenatore estraneo ai fatti e a se stesso

Mazzarri e KuzmanovicIl problema dell’Inter attuale è che Mazzarri (voto 3) ormai è fuori controllo. Sul piano dell’impegno la squadra c’è e fa quello che può. Manca però il manico. Formazione sbagliata, marcature sbagliate, cambi sbagliati. In fondo, è quasi un miracolo se l’Inter ne ha presi solo tre vista l’approssimazione tattica  – inspiegabile – e l’ormai patologica fissazione nell’insistere a giocare con una sola punta (che tra l’altro quasi non si regge nemmeno più in piedi per la fatica che fa) e nel voler tenere in campo contro ogni logica giocatori fuori forma.

Partiamo dai pochi che si salvano. Il migliore è stato Handanovic (voto 6,5) che ha parato tutto quello che si poteva parare. E poi Kuzmanovic (voto 6) che finché è rimasto in campo ha garantito un minimo di copertura alla difesa. Infatti è stato il primo ad essere sostituito. Convincente come poche volte in passato anche Taider (voto 6) che in una situazione difficile ha mostrato di avere anche non poca personalità. Buona la reattività con cui è entrato nel finale Botta (voto 6) e non è la prima volta.

Passiamo alle dolenti note. Imbarazzante la leziosità di Alvarez (voto 4) diretta conseguenza delle sue sempre più precarie condizioni fisiche, preoccupante la regressione di Kovacic (voto 4) che costretto a fare il mediano è sempre fuori posizione e fuori tempo. Seppur stoico nel dover reggere tutto l’attacco da solo, allo stato dei fatti penosamente stremato Palacio (voto 4) che non solo sbaglia due gol fatti, ma quel che è peggio non inquadra mai la porta. Mentre nella sfida a chi faceva peggio tra Jonathan (voto 4) e Nagatomo (voto 4,5) alla fine ha vinto ancora una volta il sempre più cotto brasiliano.

A tratti patetici i tre difensori. Mediocre come sempre Campagnaro (voto 5) anche se fa molto casino e tocca tanti palloni, mentre quando avanza e si mette pure a fare la mezzala aggiunta è qualcosa che non si può proprio vedere. Insicuro e poco tranquillo Juan Jesus (voto 4,5) come in alcuni frangenti lo è stato anche Rolando (voto 5,5) che ha però almeno il merito di aver segnato alla Fiat.

Ininfluenti le comparsate di Milito (s. v.) e del neoacquisto D’Ambrosio (s. v.) entrati a partita già chiusa.

Annunci

3 pensieri su “Mazzarri allenatore estraneo ai fatti e a se stesso

  1. P37

    caro segnale ti seguo da tantissimo e mi permetto di darti un consiglio.Io già oggi l’ho fatto e ti assicuro allieverà la tristezza di vedere la nostra squadra in una situazione così imbarazzanteComincia a seguire il livorno!Ti divertirai senz’altro di più e inoltre potrai vedere all’opera un sacco di giovani ragazzi che nella pochezza dell’inter avrebbero brillato.nell’ordine:bardi,benassi,duncan,mbaye e belfodil.ps.dico sul serio!

    Mi piace

  2. francesco

    detto questo, il Livorno andrà quasi sicuramente in serie B. questo perchè dobbiamo sempre considerare il “valore” di questi ragazzi…..

    Mi piace

I commenti sono chiusi.