Strilla più forte che non ti sento

Beppe Grillo a Roma per criticare la nuova legge elettorale

È chiaro e ovvio che l’Italicum di Renzi e Berlusconi danneggerà il Movimento 5 Stelle, come giustamente denuncia Beppe Grillo. Però davvero mi piacerebbe sapere da Grillo perché mai Renzi e Berlusconi avrebbero dovuto fare gli interessi del Movimento 5 Stelle.

Prima di contestare a Renzi (il presidente Napolitano) e Berlusconi di farsi i fatti loro (e perché mai dovrebbero fare quelli dell’opposizione?) Grillo dovrebbe provare insomma a spiegare a tutti noi e non solo ai milioni di italiani che hanno votato Movimento 5 Stelle perché quel 25% di voti praticamente ancora non sta contando, chissà perché,  assolutamente niente. O è sempre colpa di Renzi (il presidente Napolitano) e Berlusconi se il Movimento 5 Stelle finora non ha fatto altro che strillare e lamentarsi 24 ore su 24?

Con più o meno gli stessi voti presi da Grillo il nuovo segretario de Pd Renzi e il pur scissionato Berlusconi riescono a fare i loro affari più di prima e meglio di prima di quando il Movimento 5 Stelle nemmeno c’era in Parlamento. Lo dicono i fatti: questa è l’amara verità. E cioè che, strilli a parte, non sia cambiato assolutamente niente.

Annunci