È già tanto il quarto posto

La papera di Handanovic nel recupero del primo tempo

La papera di Handanovic è l’immagine simbolo delle difficoltà dell’Inter di Mazzarri a vincere

Ancora una volta anche contro il Parma il centrocampo, più della difesa, è stato il punto debole della squadra. Mazzarri ha inserito Kovacic dietro Palacio però invece di rinunciare a uno tra Guarin e Alvarez ha pensato di sacrificare Taider. E cioè proprio la mezzala più dinamica e capace di fare interdizione. Donadoni non si è fatta scappare l’occasione e ha sfruttato al meglio l’assetto poco coperto messo in campo da Mazzarri per schierare a sua volta un Parma particolarmente offensivo. Il risultato è stato che con Cambiasso affiancato alla sua destra da Guarin e alla sua sinistra da Alvarez sulla mediana si sono riviste le solite praterie concesse agli avversari nella scorsa stagione con effetti ancora una volta devastanti per la difesa ogni volta in affanno.

Problema irrisolvibile, questo del centrocampo, dato che Mazzarri continua a non avere fiducia né in Taider e nemmeno in Kovacic. O uno o l’altro, sempre e solo in ballottaggio: mai insieme. Mentre Mazzarri insiste invece nel fare affidamento su Guarin e Alvarez che però continuano a essere un peso insostenibile per l’equilibrio del reparto. Non solo. Per far giocare contemporaneamente loro due Mazzarri ha dovuto fare a meno pure di un attaccante. Certamente, all’inizio della stagione la scelta ha funzionato. Da parecchie partite non più.

Non si vede come l’Inter possa uscire dall’attuale impasse finché Mazzarri continuerà a voler far giocare insieme sia Guarin che Alvarez. Questa ossessione tattica toglie spazio e occasioni di crescita a Taider e Kovacic e impedisce a Belfodil di poter giocare qualcosa di più di quella manciata di minuti che finora Mazzarri gli ha concesso.

D’accordo, Mazzarri chiede alla società di avere rinforzi funzionali al suo modo di giocare e fa benissimo a pretenderlo. Nel frattempo però perché continuare a insistere nel fare scelte che non danno i risultati sperati? O forse Mazzarri non vede Kovacic e Taider come titolari dell’Inter del futuro? Verrebbe da pensarlo, data la tenacia con cui insiste a schierare Guarin e Alvarez anche se non fanno la differenza come dovrebbero e comunque non evitano all’Inter di pareggiare. Invece, un po’ di panchina, a turno, non potrebbe che fargli solo del bene.

L’Inter di ieri contro il Parma fa venire in mente che sia già un mezzo miracolo il quarto posto. Altro che Champions, insomma. Dopo gli ultimi due pareggi casalinghi solo a dirlo fa ridere. A parte tutto, però, l’amarezza comincia a essere tanta. Anche perché è il solito film già visto. Vedere un’Inter così insicura e confusionaria mette parecchia tristezza e toglie anche la forza perfino di lamentarsi. Tanto che a un certo punto non si vede l’ora che l’arbitro fischi la fine.

Annunci

6 pensieri su “È già tanto il quarto posto

  1. alexdoc

    La risposta alla tua domanda su Mazzarri é semplice, e l’ho scritta nel post precedente su di lui: perché é cocciuto, come tanti allenatori non di prima categoria. Quelli che più fanno errori evidenti a tutti meno che a loro, più insistono nel farli. Ma non é lui il male della squadra, anche se a volte rischia di aggravarli. Toglierei la parola “mezzo”, il quarto posto é un autentico miracolo.

    Mi piace

  2. Francesco Neroazzurro

    Quello che trovo sconcertante in Mazzarri è che continui a considerare Guarin intoccabile dopo le prestazioni confusionarie che inanella partita dopo partita, se lo deve schierare lassù solo perché così fa meno danni allora perché semplicemente NON schierarlo e basta? Kova ha fatto vedere le cose migliori quando tornava indietro a prendersi la palla e poi partiva col dribbling, Kova deve fare la mezzala destra! E Ricky tornare alla trequarti, dove dà il meglio e lì sulla mezzala sinistra mettere Taider: finché non avremo la seconda punta il 3511 deve essere Handa; Ranocchia, Campagnaro, JJ; Jonatan, Kova, Cambiasso, Taider, Naga; Ricky; Palacio. Guarin: BASTA!!! E il capitano sulla sinistra è una cosa inguardabile, ormai non copre e non corre, grazie ma ora ritirati! Quando avremo poi la prima punta (Milito o Icardi che sia), con Palacio in appoggio bisogna tornare al 3412 togliendo Cambiasso! Questo è quello che si dovrebbe fare!

    Mi piace

  3. Rudi

    “Mazzarri insiste invece nel fare affidamento su Guarin e Alvarez che però continuano a essere un peso insostenibile per l’equilibrio del reparto. Non solo. Per far giocare contemporaneamente loro due Mazzarri ha dovuto fare a meno pure di un attaccante”.

    Sinceramente, non vedo in Serie A squadre più sconclusionate dell’Inter con i 3 atipici – Kovacic, Guarin e Alvaarez – contemporaneamente in campo. Ci salva la classe dei singoli, ma arriveremo nettamente dietro la Fiorentina (se torna Gomez e ne gioca la metà).

    Mi piace

  4. Voici

    Gli atipici, è dai tempi di Corso Mazzola e Rivera che ci arrovelliamo. La qualità è un problema solo per gli Italiani. Non per gli italianisti fortunatamente.

    Mi piace

  5. In Bocca Al Lupo Express

    Il problema in realtà è Guarin: ha passato tutta la partita a fare casino sul centro-destra, mettendo in difficoltà tutti i compagni di reparto. Abbiamo iniziato a giocare quando Kovacic è andato a fare l’interno e Alvarez si è posizionato tra le linee, ma stavamo comunque giocando in 10 perché Zanetti era nullo e al settantesimo siamo morti.

    Kovacic ha fatto un paio di recuperi e qualche fallo da centrocampista intelligente, poi a volte quando si abbassava a prendere palla aveva il seguente quadro: Cambiasso a sua volta basso, Guarin a 200 metri a fare non si sa bene cosa, Zanetti imboscato e Palacio inseguito da tutta la difesa del Parma. Le alternative erano il lanco per Jonathan, lo scarico ad un difensore, il dialogo con Alvarez (vedi il 2-2), che tra l’altro doveva fare il Nagatomo invece del trequartista perché l’esterno sinistro non c’era e Mazzarri sviluppa il gioco sulle fasce.

    Fuori Zanetti e Guarin, dentro Nagatomo e Taider e ne riparliamo. Oppure, pensare ad un modo di mettere sia Alvarez e che Guarin alle spalle di Palacio: in teoria il modo migliore sarebbe il 4321, ma Mazzarri dietro gioca a 3…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.