Il gol del Cagliari? Colpa di Cambiasso, l’unico che marcava

Per la Gazzetta Cambiasso colpevole del gol subitoIl calcio è bello perché ognuno lo vede come gli pare. Tipo il gol preso dall’Inter a Trieste, di cui si parlava nel post precedente. Chi ha sbagliato? Per me è stato commesso più di un errore nella stessa azione. Per la Gazzetta dello sport invece il colpevole è uno solo: Cambiasso. E cioè proprio l’unico  dell’Inter che a differenza di tutti gli altri marcava l’uomo, ha scalato e ha coperto alla meno peggio la palla. Male Esteban, molto male. La prossima volta è meglio che rimani a fare il palo pure tu come Rolando e, al limite, come Rolando, se la palla dovesse proprio arrivare dalle tue parti, invece di rinviare (troppo facile, vero?) magari che ne dici caro Esteban se provi a deviarla quel tanto che basta per spiazzare Handanovic? Dai su, che ce la puoi fare anche tu.

Ora, io sono uno che per indole, mentalità ed educazione penso di avere un profondo rispetto delle idee altrui e di fronte a qualsiasi opinione sono sempre pronto a chiedermi: avrà forse ragione la Gazzetta dello sport e magari sono io che sbaglio, che non capisco? Allora, rifacciamo il punto della situazione. Quindi: il giornalista della Gazzetta dello sport sostiene che è colpa di Cambiasso perché forse Cambiasso  sarebbe dovuto rimanere su Nainggolan quando Nainggolan ha passato il pallone al compagno lasciato libero sulla fascia? Cambiasso doveva allora, sempre secondo quanto sostiene la Gazzetta dello sport, continuare a marcare Nainggolan disinteressandosi quindi dell’altro giocatore del Cagliari smarcato e con la palla tra i piedi? Cambiasso avrebbe dovuto lasciare che l’altro giocatore del Cagliari potesse crossare o entrare direttamente in area palla al piede? Mah. Secondo me proprio per niente. Dato che su quella fascia non era rientrato nessuno, secondo me giustamente Cambiasso ha cercato di coprire in qualche modo quella zona del campo lasciata scoperta — colpevolmente lasciata scoperta: se non ricordo male non era un contropiede — in attesa che qualcuno venisse subito a dargli una mano. Tipo, per esempio (e qui casca l’asino o per meglio dire il somaro) Rolando che era lì a pochi passi a guardarsi lo spettacolo.

Quindi, ricapitolando, mi sembra che l’Inter di errori ne abbia commessi almeno tre e tutti in una volta sulla stessa azione:

  1. Nessuno è rientrato a coprire la fascia.
  2. Cambiasso, tra l’altro a corto di fiato, è stato lasciato da solo senza che nessuno andasse ad aiutarlo.
  3. Rolando è rimasto fermo in area come se Nainggolan dovesse battere un calcio di punizione e poi ha deviato il tiro verso la propria porta. Per dire, se si fosse scansato sarebbe stato perfino meglio.

Ma tant’è, come sanno benissimo anche quelli di Sky, nel calcio è sempre vero tutto e il contrario di tutto. Non è forse questo uno dei motivi per cui amiamo sconsideratamente uno sport così stupido come il calcio?

Annunci