Mazzarri lancia Kovacic, ma occhio a Rocchi

Lo sfortunato Rocchi in azione "contro" l'Inter

Lo sfortunato Rocchi in azione “contro” l’Inter

Guarda chi si rivede: Rocchi a Trieste (e Mazzoleni a Torino)

Incredibile ma vero: nemmeno il tempo di rendersi conto di come l’Inter sia finita a sorpresa ai piani alti e chi ti mandano a Trieste? Ma Gianluca Rocchi e chi sennò? L’arbitro che, come dicono e scrivono i giornalisti laureati, spesso non ha fortuna (sic) con l’Inter. Rocchi, ovvero l’arbitro più sfortunato del mondo, insomma. Però, pensa tu quant’è strano il calcio: l’Inter va come un treno e sferraglia speranzoso e felice verso un radioso quanto insperato futuro mentre i suoi tifosi azzardano pure qualche timido sogno di gloria e guarda chi c’è. Gianluca Rocchi, lo sfortunato Rocchi. Come mai hanno designato proprio Rocchi per una partita non certo di cartello come Cagliari-Inter? E, soprattutto, come mai lo mandano ad arbitrare proprio l’Inter appena rinata con Mazzarri? Ancora Rocchi dopo i suoi sfortunati (sic) trascorsi a dir poco imbarazzanti con non so più quanti errori clamorosi commessi ai danni dell’Inter e di Moratti? Così come non può non sembrare decisamente strano che il derby torinese sia stato assegnato a Mazzoleni, sì proprio quello, tanto per fare un esempio a caso, della Supercoppa della scorsa stagione così spudoratamente falsata. Un altro sfortunato, Mazzoleni, un altro disgraziato pure lui. Poi uno dice che pensa sempre male. E come si fa a non pensare male? Se il calcio italiano fosse una cosa seria Rocchi e Mazzoleni, gli sfortunati Rocchi e Mazzoleni, non farebbero più gli arbitri, ma da un pezzo. Invece, dicono i giornalisti laureati che sono quelli più bravi. Che senza loro due (o senza Tagliavento e Rizzoli tanto per citare altri due veramente disgraziati) il campionato non si può proprio disputare. E allora non resta altro da dire: ci siamo capiti.

Chi fa posto a Kovacic?

Mateo Kovačić

Mateo Kovačić

La novità della trasferta di Trieste contro il Cagliari è Kovacic. Gioca, ha insolitamente anticipato ieri Mazzarri. Una scelta che mi trova perfettamente d’accordo sia perché credo moltissimo in questo giovanissimo talento (per me è un fuoriclasse e lo dimostrerà presto) e a maggior ragione perché sembra abbia recuperato dagli acciacchi accusati nella preparazione estiva. Secondo me uno come Kovacic non può stare in panchina, nemmeno a 19 anni. E merita di giocare in questa Inter che va sempre di corsa. Quello che però Mazzarri non ha detto è chi gli farà posto. Dipendesse da me lo piazzerei a destra al posto di Guarin e credo proprio di non essere il solo a pensarla così, soprattutto dopo l’ultima brutta prestazione del colombiano. Faccio il tifo insomma per il trio Kovacic-Cambiasso-Taider, anche perché credo che ora come ora Cambiasso sia insostituibile e men che mai azzarderei Kovacic regista o centrale di centrocampo che sia. Cito quello che disse Boban quando arrivò ancora 18enne e cioè che ha le potenzialità per diventare un grande regista, ma per farlo crescere sarebbe meglio farlo giocare da mezzala.

Quanto peserà la stanchezza?

Mazzarri si toglierà la giacca anche a Trieste?

Mazzarri si toglierà la giacca anche a Trieste?

In questo inizio di stagione la squadra non si è risparmiata e contro la Fiorentina in particolare ha dato veramente tutto. Questo secondo me è l’unico vero problema che preoccupa Mazzarri: la tenuta fisica. Più del fatto che, come tra l’altro ha tenuto a ribadire l’allenatore fin dal dopo partita di giovedì scorso, giocando di pomeriggio non c’è abbastanza tempo nemmeno per preparare bene la partita. Al posto di Mazzarri più dei giocatori del Cagliari avrei paura soprattutto di come si comporterà in campo… lo sfortunato Rocchi che, per l’appunto, con l’Inter spesso e volentieri non ha mai fortuna. Sarà fondamentale che l’Inter rimanga lucida fino alla fine, soprattutto in difesa, senza dare mai la possibilità allo sfortunato Rocchi di commettere i suoi famigerati errori.

La formazione

Kovacic a parte non credo che a Mazzarri possa venire neanche lontanamente in mente di fare turn-over, a meno che non sia imposto da eventuali problemi fisici. Probabilmente potrebbe anche giocare Pereira al posto di uno Jonathan apparso stremato dopo il gol partita di giovedì. Sostanzialmente però sono convinto che scenderà in campo la formazione base. Meglio non rischiare che gli equilibri così miracolosamente trovati possano improvvisamente saltare di nuovo. Caso mai c’è sempre tempo per cambiare chi cominciasse a boccheggiare.

Handanovic

Campagnaro
Ranocchia
Juan Jesus

Nagatomo
Kovacic
Cambiasso
Taider
Pereira

Alvarez

Palacio

Il pronostico

Intanto mi piace pensare che non si prende gol. Poi, volando sempre basso come insegna Mazzarri, sarebbe più che sufficiente un unico gollettino. Di Palacio.

Annunci

Un pensiero su “Mazzarri lancia Kovacic, ma occhio a Rocchi

  1. alebianchi73

    forse potrebbe riposare anche palacio, ma solo se milito è pronto
    non metterei subito titolare icardi, non come unica punta

    Mi piace

I commenti sono chiusi.