Il caso Ablyazov e le dimissioni del ministro Bonino

Il ministro Bonino con il ministro Alfano

Arrivista? Opportunista? Paracula? Non sia mai. Niente di tutto questo. Il ministro Emma Bonino è (in fondo) una persona seria e non appena avrà chiara la situazione dello strano caso Ablyazov si dimetterà immediatamente. Vero?

Oddio, avrebbe potuto farlo anche subito, dal momento cioè — come lei stessa ha dichiarato — che quando ha saputo “di questa storia quella poveretta era già in Kazakistan”. Il ministro Bonino, che ci crediate o no, sarebbe stata messa al corrente dello strano caso Ablyazov a cose fatte. Ma non è lei il ministro degli Esteri? Era in villeggiatura o che? Complimenti vivissimi. Ma certo così è facile, così lo posso fare pure il ministro degli Esteri. Vero?

Vabbè, comunque è solo una questione di tempo perché il ministro Emma Bonino è pur sempre una radicale da sempre molto attenta ai diritti civili e di fronte a una tale vergogna non potrà che dimettersi. Il ministro Bonino  non permetterà mai che l’Italia venga (ulteriormente) sputtanata in tutto il mondo. Mica Emma Bonino è un’arrivista, un’opportunista, una paracula. Vero?

Annunci

2 pensieri su “Il caso Ablyazov e le dimissioni del ministro Bonino

  1. francesco

    ho pensato anche io da subito che la Bonino fosse responsabile quanto Alfano in questa vicenda. credo che lì il più serio però non esista. quando saranno chiari i contorni della vicenda, ovvero l’intervento di Silvio Nazarbayev, il PD e Letta che faranno ??

    Mi piace

I commenti sono chiusi.