Napolitano e l’insostenibile elogio di Margherita Hack

Giorgio Napolitano

Offensivo e umiliante. Non trovo altre parole. È profondamente offensivo e umiliante che la morte di una grande italiana come Margherita Hack debba essere commemorata, per inevitabili quanto imbarazzanti obblighi istituzionali, proprio da chi come Giorgio Napolitano è lontano mille anni luce da lei. Da chi cioè è, per non dire altro, l’esatto opposto. Culturalmente, politicamente, moralmente o anche solo umanamente parlando. Il potere, tra le altre cose, crea anche queste situazioni mostruosamente indecenti.

Annunci

Un pensiero su “Napolitano e l’insostenibile elogio di Margherita Hack

I commenti sono chiusi.