L’Inter di Stramaccioni ritrova Milito, gol e vittoria

Cambiasso abbraccia Milito dopo il gol al Chievo

Finalmente un’Inter che, come nel dopopartita ha spiegato Milito (voto 8 per il suo ritorno prima ancora per il bellissimo gol coprodotto con Cambiasso, voto 7 per umiltà e dedizione) gioca da Inter. Finalmente arrivano i gol perduti, finalmente a centrocampo c’è più equilibrio. Di questi tempi è già tanto.

A me piace pensare che l’Inter di Stramaccioni (voto 7 per il ritorno al passato) abbia ritrovato lucidità e concretezza per aver ripristinato la difesa a quattro e per essersi permessa — grazie a un centrocampo più dinamico e più coperto — il lusso delle tre punte. Si è visto buon calcio come poche volte in questa stagione e alla fine il risultato sembra striminzito rispetto alle occasioni da gol create.

Lasciando perdere la cazzata compiuta da tutto il reparto sul gol subito, la difesa mi è sembrata decisamente più a suo agio. Non solo la coppia centrale Ranocchia-Juan Jesus (voto 6,5 al brasiliano e un voto in più all’italiano per il bellissimo gol che ha deciso la partita) si è mossa con maggiore sintonia, ma i due esterni Zanetti-Nagatomo (voto 6,5 a tutti e due) hanno spesso fatto la differenza sulle fasce. Su Handanovic sospendo il giudizio: nessun intervento particolare, anche se ha le sue colpe sul gol: secondo me doveva uscire, dato che Rigoni ha colpito di testa dal limite dell’area piccola. Non so, ma ultimamente mi sembra meno sicuro del solito.

Ancora più determinante è stato secondo me il centrocampo. Ha funzionato parecchio l’idea di mettere Kuzmanovic (voto 6,5) davanti alla difesa e di piazzare Gargano (voto 7) a sinistra e Cambiasso a destra. Non so se sia dipeso dal demerito del Chievo, a me è senbrata la mediana più convincente che si sia vista in questa stagione, non solo in copertura ma pure nel far ripartire la squadra e negli inserimenti, in cui Cambiasso è un maestro.

Di Cassano (voto 7,5) non c’è più niente da dire: ormai si è assestato su un rendimento standard che è più che discreto. Punto di riferimento d’attacco, in questa Inter è quasi indispensabile. Mentre  per un Milito al rientro e quindi ancora con una forma precaria parla solo l’ennesimo capolavoro. Il meno brillante dei tre è stato sicuramente Palacio (voto 6) ma ha come attenuante l’ingrato compito di creare spazi per gli altri e, costretto com’è a sfiatarsi, non si può pretendere anche che sia sufficientemente lucido sotto porta.

Mi associo agli applausi di San Siro per il bentornato a un emozionato Stankovic (voto 7 di stima) che secondo me potrebbe dare un buon contributo quando servirà. Su di lui ci si potrà contare sempre. Senza infamia e senza lode gli ingressi nel finale di Alvarez (voto 6) e Schelotto (voto 6). Anche se Alvarez ha fatto vedere un paio d’affondi non male. Ma da uno come lui si pretende — giustamente — molto di più.

Cassano festeggiato da Ranocchia

Annunci

9 pensieri su “L’Inter di Stramaccioni ritrova Milito, gol e vittoria

  1. francesco

    ero in macchina e ho visto adesso gli highlights. mi sembra una vittoria netta, anche se alla radio parlavano di una difesa imbarazzante nel primo tempo. diciamo che una difesa imbarazzante non è un bel viatico per le prossime partite, ma spero che i radiocronisti rai abbiano esagerato

    Mi piace

    1. segnaleorario Autore articolo

      Si sono persi due volte l’uomo in area e al primo errore hanno preso gol. Ma poi secondo me la difesa ha giocato molto meglio di altre volte.

      Mi piace

  2. Voici

    Fantastico il gol di Ranocchia.
    Col pallone ancora a mezz’aria, si sente distintamente un “SALTA”, e Frog fa il suo, salta e segna.
    Poi corre verso la panchina indicando il Drago, e da par suo gli salta in braccio.
    Grande Dejan, guerriero anche dalla panca.

    Mi piace

  3. zootz

    una squadra senza futuro che però per ora va bene, se specialmente vengono inseriti via via ricambi freschi

    Mi piace

  4. SpagnoloNerazzurro

    Abbiamo vinto (al Chievo), BENISSIMO!!! Ma calma. A me, questo modulo 4 3 3 non mi piace. La squadra si alunga, gli tre attacanti non pressionano mai. Álvarez non puo giocare da esterno, quando ha giocatto da fantasista, ha fatto il bello passagio. Io preferirei solo due attacanti (Milito e Cassano). Forse il tuo schema, caro Segnale: 4 3 2 1 con Cassano da fantasista.

    Mi piace

  5. dinokinda

    Buona partita, di sostanza finalmente. Ottimi Milito e Cassano, dinamicissimo Gargano, fin che ha fiato buono Cambiasso. Riproporrei il tridente!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.