Quattro scelte obbligate per ricominciare

Quattro aut-aut per provare a superare le difficoltà attuali dell’Inter di Stramaccioni:

  1. O Cambiasso o il Capitano: tutti e due insieme sono di troppo a centrocampo. Uno a scelta tra i due è invece indispensabile nel ruolo di tutor. E quello che dei due scende in campo va centellinato per dare sempre più spazio a Benassi.
  2. O gioca sempre la coppia Kovacic-Kuzmanovic o il futuro dell’Inter di Stramaccioni è segnato. Meglio scommettere sulla nuova coppia di centrali (anche mettendo in preventivo inevitabili errori d’inesperienza) piuttosto che incartarsi definitivamente in una situazione ormai senza ritorno. Il vecchio centrocampo (logoro e tecnicamente modesto rispetto alle aspettative dell’Inter) ha già ampiamente dimostrato di non essere in grado di dare  più di quello che ha fatto vedere fin qui. Secondo me bisogna assolutamente dare fiducia a Kovacic e Kuzmanovic anche in prospettiva futura, per cominciare cioè a ricostruire — come si doveva fare già 3 anni fa — una grande squadra.
  3. O si torna alla difesa a quattro o gli attaccanti (pochi e usurati) che Stramaccioni si ritrova a disposizione  continueranno ad avere poche occasioni per tirare in porta. La coppia Kovacic-Kuzmanovic potrebbe se non da subito con un po’ di rodaggio garantire un maggiore – e migliore – filtro a centrocampo da permettere il ripristino della difesa a quattro. Anche se a quanto pare non è più di moda in Serie A.
  4. O Schelotto ricomincia ad allenarsi o può già cominciare a cercarsi un’altra squadra (sempre che la trovi). Ammesso e concesso che sia un giocatore da Inter, cosa ancora tutta da verificare.
Annunci

6 pensieri su “Quattro scelte obbligate per ricominciare

  1. dinokinda

    Dunque: o Cambiasso (meglio) o il Capitano (davvero inutile a parte le due sgroppate che riserva di solito a San Siro)…Kuz e Kovacic smpre in campo, insieme e da domenica prossima…sul punto tre il grande problema è l’assenza di Milito…sul punto quattro aspetterei un pò prima di crocifiggere Schelotto anche se su quella fascia non abbiamo nessuno che possa dare dinamismo.

    Mi piace

  2. SpagnoloNerazzurro

    Io lo ho detto e ripeto. Voglio a Cambiasso nel ruolo di Samuel: capo di la difessa con Ranocchia e Juan al suo fianco. Nel centrocampo la mia scelta é Kuz (Benassi) Kova Naga (sinistra) Guarín(destra) avanti Álvarez e Palacio + Cassano Milito o Rocchi. Se qualcuno e malato si puo inserire Il Capitano, Schelotto, Gargano, etc.

    Mi piace

    1. segnaleorario Autore articolo

      Su Schelotto: nessuna bocciatura, ma a Siena non ha fatto l’unica cosa che sa fare (e per cui è stato preso) e cioè correre. Gli auguro di ritrovare la forma il più presto possibile.

      Su Cambiasso: come centrale di difesa pure io ce lo vedo benissimo, ma non so se piaccia pure a lui.

      Mi piace

      1. SpagnoloNerazzurro

        Se il Cuchu non vuole giocare di difesa che faccia il panchinaro. (Questo lo debe fare il allenatore, coraggio Strama). Io credo que Cambiasso vuole, non e piu un giovane, e puo fare benissimo non solo per la squadra ma per Ranocchia e Juan Jesus.
        Schelotto debe fare panchina, come il Capitano.
        Abbiamo bisogna, nel modulo 3 5 2 de terzini – esterni molto forti e cattivi; ecco Naga e Guarín (aiutare in difessa e aprire il campo per il attaco). Anche Álvarez (o Kovacic se Benassi gioca insieme a Kuzmanovic) debe lottare molto nel centrocampo. Ecco in questa Inter, quasi tre giocatori debonno fare quello che fa Busquets nel Barellona.
        Se Strama trova un 11 titolare, molto forte in centrocampo ecco quasi inarribabile in difesa, piu Cassano e Palacio o Milito, credo veramente, che siamo molto meggio da Napoli e Lazio.

        Mi piace

I commenti sono chiusi.