Qualificazione ancora aperta

Cambiasso festeggia Palacio per il gol

Non avrei cambiato modulo, ma avrei messo Livaja prima punta (con Palacio seconda punta e Guarin interno) al posto di un particolarmente stordito Pereira (voto 5) sulla cui fascia avrei piazzato il Capitano (voto 6 d’ufficio).

Certo, il 2-1 è un risultato che tiene ancora aperto il discorso qualificazione e va bene così.

Il più bravo mi è sembrato ancora una volta Guarin (voto 7) anche se secondo me quello del trequartista non è proprio il suo ruolo e quando deve fare l’ultimo passaggio si vede.

Palacio (voto 7 per il gol che tiene ancora a galla l’Inter) è uno di quegli attaccanti che si tirano addosso un sacco di insulti per la quantità industriale di errori che commette, ma poi ti lascia a bocca aperta per un improvviso quanto estemporaneo capolavoro che manco lui sa come è riuscito a fare.

A me Juan Jesus (voto 6,5) piace sempre di più. Praticamente ha annullato Lamela, anche se l’argentino ci ha messo molto di suo per fare una brutta figura.

Ranocchia (voto 5,5) ha sofferto molto un attaccante veloce come Destro, anche perché è stato aiutato poco dai compagni di reparto. Ma tutto sommato ha limitato abbastanza bene i danni. Poteva andargli molto peggio.

Chivu (voto 5,5) è stato un po’ il solito Chivu: a volte impressionante, a volte (più spesso a dire la verità) preoccupante. D’altronde, contro la sua ex squadra non è mai particolarmente lucido.

Sulle fasce non mi sono piaciuti proprio per niente né Pereira né Obi (voto 5). Troppa confusione, troppi errori: corsa e fiato non sopperiscono quasi mai a limiti tecnici direi evidenti. L’ingresso di Nagatomo (voto 6) dà più profondità alla manovra, ma senza fare la differenza (leggi Maicon) che servirebbe.

Ho visto un Cambiasso (voto 6) più reattivo del solito: ha recuperato parecchi palloni. Ma quando deve cambiare passo le gambe non rispondono. Maschera con l’esperienza limiti dinamici sempre più accentuati, ma la grande intelligenza tattica ormai sembra non bastare più per giustificare la sua presenza da titolare.

D’accordo, l’inesperienza c’è e si vede eccome, ma è pur vero che Benassi (voto 6) è un giocatore con una marcia in più per come riesce sempre a giocare di prima e a tenere sempre la posizione. Certo, i compagni non si fidano ancora abbastanza di lui e non gli passano il pallone quasi mai. Ragion per cui deve accontentarsi di continuare a fare il comprimario quando potrebbe benissimo (secondo me) diventare un vero e proprio punto di riferimento per il centrocampo. Anche a 18 anni, perché no?

Mentre mi ha decisamente sorpreso Alvarez (voto 6) uno che dato i precedenti io non avrei mai messo e che invece è entrato in campo con quella determinazione e voglia di fare bene come mai finora. Poteva anche fare gol, ma al di là di questo ha dimostrato che può fare molto di più di quel poco che ha fatto fin qui vedere. Merita a questo punto un’altra occasione. Perché, come sostengo da sempre, tecnicamente è un fenomeno, per me ha numeri da fuoriclasse.

Giudizio sospeso su Stramaccioni (voto 6 di stima): per me contro la Roma di Zeman ha messo in campo il modulo giusto e la squadra migliore possibile. Poi, vabbè, ha secondo me sbagliato i cambi, ma ci sta. Nel senso che con l’organico a disposizione c’è poco da inventarsi. Certo che io non avrei mai rinunciato al Livaja visto domenica.

Tutto sommato, poteva andare peggio. Molto peggio. Senza il gol davvero miracoloso di Palacio o se la Roma fosse riuscita a segnare il terzo gol (come avrebbe potuto fare) la qualificazione sarebbe già stata decisa all’Olimpico. Invece così è ancora tutto da decidere e rimanda ogni discorso a San Siro.

palacio

Annunci

6 pensieri su “Qualificazione ancora aperta

  1. francesco

    è stata però una brutta partita, la nostra intendo. una delle volte in cui si è maggiormente visto quanti siano i giocatori NON da Inter….Pereira, Gargano, Chivu, Alvarez, Nagatomo….. e come ho già detto sono sempre più convinto che questa sia l’ultima stagione per Zanetti, ormai fa tanti, tamtissimi errori ogni partita. non ce la fa più, ha 40 anni, non può giocare sempre e comunque. ed anche Cambiasso…..

    Mi piace

  2. SpagnoloNerazzurro

    Convido quello che hai scritto su Benassi. Busquets era 20 anni quando Guardiola gli dio fiduzia, è adesso vediamo che importante è. Credo che senza Sneijder, Álvarez puo giocare piu tranquilo è diventare quello che è: un fuoriclasse (anche, una transfussione di sangue è spirito di Zanetti o il Cuchu non era mala cosa per lui).
    Mi sembra che il NCGP MM non vuole prendere un regista, ecco addio Champions.

    Mi piace

  3. dinokinda

    D’accordo con te sulla qualificazione ancora aperta.
    In Inghilterra (penso all’Arsenal, ad esempio) Benassi sarebbe titolare fisso…da noi c’è ancora il capitano che, insieme a Cambiasso, mi sembra vistosamente in debito d’ossigeno!

    Mi piace

  4. Rudi

    Fra quelli in debito d’ossigeno – cito dinokinda – e quelli in debito coi piedi, è un miracolo che non sia finita con 3-4 gol di scarto.
    I 300′ giocati da Zanetti in 8 giorni li trovo imperdonabili, Stramaccioni non può non vedere che in tutto il primo tempo non ha visto la palla, né tantomeno Totti…

    Mi piace

  5. Voici

    Io lo schieramento iniziale non l’ho capito. Così come non ho capito la formazione.
    È inutile mettere cinque a centrocampo se uno deve costantemente scalare in difesa.
    È inutile mettere cinque a centrocampo se due sono terzini e due non corrono.
    Sai che almeno inizialmente hanno più birra di te? Copriti!
    Quattro dietro, cinque in mezzo e una punta. Nei cinque in mezzo metti quattro mastini dotati di polmoni funzionanti e Benassi.
    Se Zanetti deve esserci che faccia il terzino, dalla sua parte c’è Balzaretti non Weiss che lo ridicolizza per mezz’ora(Pescara/Inter).
    In mezzo Gargano, Guarin, Benassi, Mudingayi, Obi.
    Davanti Livaja.
    Falli spompare e poi azzarda Cambiasso e un altro attaccante.
    Lo so, lo so, il senno di poi, non c’è controprova. È che vederla giocare così mi mette tristezza e allora mi immagino di essere Ratatuille.

    Mi piace

  6. andrea liguori

    Palacio lo sa come é riuscito a farlo questo grande gol, cambiasso ex giocatore che tristezza.Gioca alla velocità di un elefante.Fa quasi tenerezza.come cazzo si fa a far fare 300min a Zanetti.Strama mi si é rincoglionito.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.