Inter troppo leziosa, ma con una grande resistenza

Il gol di Ranocchia all'ultimo  minuto dei supplementari

Se c’è una morale alla fine di una partita tecnicamente scriteriata eppure ricca di gol molto belli è che la leziosità sotto porta si paga sempre. L’Inter insomma ha avuto il demerito di poca cattiveria quando ha avuto le occasioni (seppure poche) per chiudere il discorso qualificazione e Stramaccioni (voto 5) quello di aver fatto un po’ di confusione nella ripresa con alcuni cambi secondo me abbastanza discutibili.

Non ho capito per esempio la sostituzione di Benassi (voto 7) la cui assenza, quando Diamanti con un capolavoro di punizione ha riaperto la partita, si è fatta puntualmente sentire.

Né riuscirò mai a farmi una ragione di come Jonathan (voto 4 per l’errore commesso sul gol del pari) praticamente sia svenuto al momento di anticipare Gabbiadini. E pensare che fino a lì era andato pure bene, ripetendo dopo tante bocciature la buona prova col Pescara. Purtroppo per lui, stavolta potrebbe aver messo la parola fine alla sua esperienza nerazzurra.

Il migliore dell’Inter è stato per me Handanovic (voto 8) e ho detto tutto. Così come credo che errore di Jonathan a parte, la difesa sia stato il reparto che ha giocato meglio e anche questo è indicativo. Nel senso che di fronte aveva il Bologna e non il Barcellona e che a un quarto d’ora dalla fine era in vantaggio di due gol. Ma nel frattempo è successo che mentre Poli ha fatto i cambi per rendere più offensiva la sua squadra e tentare il tutto per tutto, Stramaccioni non ha fatto niente per prendergli le misure. Anzi, il Bologna dopo il pareggio ha avuto più di un’occasione per qualificarsi.

Sempre più indispensabile Guarin (voto 7) per la spinta che riesce a dare in attacco, senza però rinunciare a dare un grosso contributo anche in copertura. Realizza un gol da cineteca e si fa ricordare per alcune incursioni palla al piede davvero travolgenti. A tratti ricorda il Capitano da giovane, ma decisamente più lucido nell’ultimo passaggio e con un tiro assai più potente e soprattutto preciso.

Capitolo a parte Pereira (voto 8 di stima): complice Banti, quelli del Bologna lo hanno menato. Motta, in particolare, a un certo punto per fermarlo ha cominciato a mollargli schiaffi in faccia ogni volta che veniva saltato, senza che l’arbitro gli fischiasse mai un fallo. Tanto che alla fine Pereira sputava letteralmente sangue, eppure ha stoicamente continuato a giocare e a puntare l’avversario senza fare una piega. Grandissimo. Per quanto mi riguarda ha recuperato parecchi punti.

Passi il sempre più convincente Ranocchia (voto 7,5) autore tra l’altro anche del gol partita che ha evitato i rigori proprio all’ultimo minuto e passi Juan Jesus (voto 7) atleticamente straripante e tecnicamente in crescita, qualcuno ha forse il coraggio stavolta di fare qualche appunto al più maltrattato della stagione e cioè a un Silvestre (voto 6,5) che come con il Pescara sbaglia sempre di meno ed è sempre più presente quando si tratta di spazzare l’area?

Se l’ingresso di Cambiasso (voto 6,5) ha sicuramente dato più solidità, sicurezza ed equilibrio al centrocampo e sicuramente Cambiasso è stato molto efficace (in alcune situazioni direi fondamentale) in copertura, nella ripresa secondo me in mezzo al campo si è sentita la mancanza del maggiore dinamismo e della grande velocità d’esecuzione del pur inesperto (e a volte messo in mezzo da Diamanti e compagni) Benassi.

Per quanto riguarda il Capitano (voto 7 per quello che rappresenta e per come lo rappresenta) credo che nessuno sarebbe riuscito a non commuoversi se avesse fatto gol nei supplementari, se cioè in quella travolgente, incredibile ma non per il Capitano, azione personale il pallone non fosse finito sul palo invece di entrare come avrebbe dovuto. Praticamente, un monumento in campo. Impressionante.

Difficile valutare la partita di Rocchi (voto 5) ancora troppo spaesato e non ancora in grado di inserirsi nella manovra d’attacco attualmente già di per sè non proprio brillante. Così come mi è sembrata ingenerosa la sostituzione in Coppa Italia quando avrebbe invece bisogno di giocare per ambientarsi e provare così a giustificare il suo acquisto. Secondo me doveva uscire Cassano (voto 6,5) anche se mi rendo che dopo la, diciamo così, poco gradita sostituzione col Pescara chi (tantomeno Stramaccioni) avrebbe avuto il coraggio di provarci di nuovo? Fatto sta che i supplementari l’Inter li ha giocati in dieci.

Molto meglio di Rocchi ha fatto Palacio (voto 7) che prima si fa risucchiare nella leziosità generale sotto porta (complice soprattutto un Cassano ormai insopportabile nella sua ossessiva quanto deleteria ricerca dell’assist a tutti i costi) ma poi realizza un gol perfino più bello (e tecnicamente notevole) di quello segnato al Pescara. Utile soprattutto quando dopo il pari la squadra ha dovuto stringere i denti e soffrire fino all’ultimo minuto dei supplementari.

Annunci

3 pensieri su “Inter troppo leziosa, ma con una grande resistenza

  1. P37

    Avrei fatto giocare molto di più Mudingayi e Benassi per Zanetti e Cambiasso…Dispiace dirlo ma Cassano e soprattutto Stramaccioni stanno cominciando a perdere colpi…il mister dovrebbe avere un pò più coraggio!

    Mi piace

  2. SpagnoloNerazzurro

    Prima di tutto, Cambiasso x Silvestre, e con il 2 – 0 giocamo 4 4 2. Mai per Benassi (grande lancio di 30 metri al minuto 8)!!!!.
    Ripetto, abbiamo bisogna di un regista, Paulinho non lo è. Ma è cosi difficile fare il direttore tecnico dil Inter? PRENDETE BEÑAT per 12 o forse menno MM di €. Non dimenticate Borja Valero è nella Fiore per 7MM.
    Beñat è >>>>>>>>>>>>>>>>>>> Valero. Sono spagnolo è gli ho guardato giocare.
    Vi prego una mica di fiduzia. Parlare con il NCGP MM subito prima febraio!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. Rudi

    Non si siano mai visti tre passaggi consecutivi, o un calcio d’angolo (fino all’ultimo) o un fallo laterale battuti decentemente.
    Ma il nutrito staff tecnico, di che si occupa?

    Mi piace

I commenti sono chiusi.