L’Inter di Stramaccioni di più non può dare

Il gol sbagliato da Livaja

Niente da fare. L’Inter attuale non può dare di più. A questa squadra mancano almeno un grande centrocampista e una nuova grande prima punta che probabilmente al posto dello spaurito Livaja forse non avrebbe commesso l’incredibile errore al 90esimo quando sotto porta è riuscito a prendere il palo. Un po’ ci mette del suo Stramaccioni prima proponendo uno squilibrato modulo alla Mourinho (che non fa altro che ricompattare un Genoa senza idee e capace solo di difendersi con un po’ d’ordine) e poi per non aver avuto sufficiente coraggio a mettere fuori un Milito complessivamente sempre più imbarazzante. Non era Gargano a dover uscire, ma si doveva togliere una punta, non fosse altro perché Milito e Palacio ogni volta si toglievano spazio a vicenda.

La mossa di Chivu regista di raccordo tra difesa e centrocampo non sarebbe stata male come idea se solo i compagni lo avessero assecondato invece di continuare a imbottigliarsi in massa davanti e dentro l’area del Genoa. E forse il problema è che quando la squadra va in confusione Stramaccioni non sembra avere la forza di farsi sentire abbastanza. Ma l’organico rimane quello che è e nessuno, in queste condizioni, può fare miracoli.

Rimane il fatto che i soldi per fare grandi investimenti non ci sono più e nemmeno possiamo pretenderlo dal nostro caro grande presidente Massimo Moratti dopo tutto quello che ha speso in questi anni. Bisogna allora, volenti o nolenti, accontentarsi. Consapevoli dei limiti attuali e orgogliosi dello sforzo che comunque la squadra sta facendo per conquistare un posto in Champions.

UPDATE

  • Chi per inesperienza, chi per problemi d’ambientamento e chi perché semplicemente non ha i piedi o sufficiente personalità, alla prova del campo credo non ci siano ulteriori dubbi sul fatto che la società abbia sopravvalutato il valore di giocatori come Gargano, Pereira, Alvarez, Coutinho, Livaja o come Jonathan, Silvestre o Mariga. Dire che non sono da Inter è un po’ come scoprire l’acqua calda. E anche se magari qualcuno potrebbe esserlo da Inter, ormai è stato bruciato o quasi.

Il palo di Livaja

Annunci

3 pensieri su “L’Inter di Stramaccioni di più non può dare

  1. emanuelefusco

    Perfettamente d’accordo, questa Inter ha dei limiti evidenti e nonostante ciò siamo lì a lottare per quello che a inizio stagione era l’obiettivo da raggiungere. Inoltre questo mese di magra era da mettere in preventivo, dato che abbiamo giocato la prima partita il 2 agosto, si vede che non ne hanno più fisicamente. Bisogna comunque intervenire assolutamente sul mercato, speriamo che ai piani alti non pensino che la soluzione sia utilizzare Chivu come regista.

    Emanuele

    Mi piace

  2. Voici

    Benvenute vacanze, a questo punto serve ricaricare le pile e recuperare gli infortunati.

    Che manchi qualità a centrocampo lo diciamo da anni, ma secondo me il problema più grande è stato non aver potuto, o voluto, ruotare gli attuali centrocampisti.
    Se non puoi far correre velocemente il pallone devi giocoforza correre velocemente tu, ma non puoi prescindere dalle due cose contemporaneamente.

    Per quanto riguarda l’update: su alcuni, che non indicherò, hai probabilmente ragione, ma andrebbero almeno rivisti in un meccanismo funzionante.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.