Inter-Verona, intervallo

Ricky Alvarez

Non toglierei nella maniera più assoluta Duncan. Non ha certo brillato, ma bisogna crederci e avere fiducia perché secondo me merita.

Chi invece non è mi è piaciuto per niente, nonostante sia stato l’unico ad essere andato vicino al gol, è Alvarez. Vedi Coutinho, il mio giudizio è rapportato al talento inespresso (e inutilmente sprecato) di un giocatore con grandi potenzialità che però gioca sempre molto al di sotto delle sue possibilità. Si vede benissimo che ha una marcia in più e potrebbe – se solo volesse – fare la differenza. Se solo volesse.

Su Jonathan, sull’impalpabile, evanescente e ininfluente Jonathan ormai non c’è davvero più niente da dire.

Livaja potrebbe essere la mossa giusta per fare la differenza nell’area del Verona. Altrimenti, l’Inter rischia di incartarsi.

UPDATE

  • Incredibile ma vero, i telecronisti Rai fanno rimpiangere Caressa e Bergomi. E ho detto tutto.
Annunci

2 pensieri su “Inter-Verona, intervallo

  1. SpagnoloNerazzurro

    Il Álvarez del secondo tempo mi ha piaciuto, especialmente cuando ha giocatto nel centrocampo, non di esterno sinistro. Forse, è dico forse con questo ragazzo senza sangue, potrebe fare il regista – trequartista nel modulo: 3 – 4 -1 -2

    Mi piace

I commenti sono chiusi.