Fenomeni 7 giorni fa a San Siro, inguardabili in casa

Vedere il Cagliari che non si regge in piedi quando appena una settimana fa tutti correvano come pazzi mi irrita non poco. E mi fa pensare a male. D’accordo, di fronte aveva un Napoli concreto e molto coperto che vincendo di misura in Sardegna si è riportato a ridosso della squadra della Fiat. Ma l’improvviso calo fisico e la scarsa concentrazione sono inspiegabili.

Mi piacerebbe tanto, insomma, che venisse prima o poi riaperto anche il capitolo del doping che nel calcio sembra proprio un argomento tabù. E mi piacerebbe tanto capire che pesce sia il presidente del Cagliari Massimo Cellino e come si pone lui di fronte per esempio ad Agnelli e Galliani. A San Siro, sempre per esempio, Nainggolan e Sau sembravano imprendibili, come se invece che del Cagliari stessero (già) giocando per la Fiat. Stasera invece sembravano proprio cotti.

D’accordo, una serata storta nel calcio è nell’ordine delle cose, soprattutto quando si gioca così frequentemente. Non dico di no. Ma il brutto spettacolo dato dal Cagliari di fronte ai propri tifosi (sembrava di vedere tutta un’altra squadra) dopo averli fatti sognare a Milano è davvero strano. È difficile da capire. Veramente. Anche se sono contento per il Napoli (più sono le inseguitrici e meglio è) e di sicuro da stasera il Cagliari non mi sta più per niente (uso un eufemismo) simpatico.

Annunci

2 pensieri su “Fenomeni 7 giorni fa a San Siro, inguardabili in casa

  1. Alexdoc

    Anche l’Atalanta é stata fenomenale contro di noi e molto meno ieri perdendo contro il Genoa. Cose che capitano, speriamo non così spesso.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.