Al 16esimo minuto il Chelsea ha rivinto la Champions

Roberto Di Matteo

Al 16esimo minuto di Chelsea-Manchester City ho capito perché amo il calcio e continuo – nonostante tutte le porcherie di casa nostra – a seguirlo. Quando cioè i tifosi si sono alzati in piedi per applaudire Roberto Di Matteo esonerato da Roman Abramovich nonostante l’allenatore italiano  sia riuscito a vincere – e contro parecchi avversari molto più forti – la Champions League. Al 16esimo minuto – 16 come il numero di Di Matteo quando giocava con i Blues – Stamford Bridge ha manifestato tutto il dissenso nei confronti della decisione presa dalla società e ha così voluto ricordare al ricco proprietario che per capire il calcio i soldi non bastano. Come non è da tutti non solo sapere vincere ma anche saper perdere. E che, soprattutto, una squadra non può e non potrà mai essere diretta e gestita come un’azienda qualsiasi. Anzi, semmai è tutto il contrario. Ma capirlo non è facile, men che mai da chi come Abramovich pensa evidentemente che qualsiasi cosa – compresa la passione del tifoso – abbia un prezzo.

Annunci

5 pensieri su “Al 16esimo minuto il Chelsea ha rivinto la Champions

  1. arancioeblu

    che bello.
    vien voglia di fare il pacchetto calcio, guardare il calcio inglese e scegliere una squadra per cui tifare.
    o forse risparmio i soldi del pacchetto calcio e tifo per una qualsiasi, tanto mi sembra di capire che la cultura lì sia quella.

    Mi piace

      1. Alexdoc

        Tra i tanti suoi errori (e orrori) questo resterà sempre primo per distacco abissale, ineguagliabile. L’ha, e l’abbiamo tutti noi, pagato a caro prezzo.

        Mi piace

I commenti sono chiusi.